Fissinella

Vulìa essi ‘nu marinaru

Pi sburrià ‘ncoppa tutti i mari,

Pi sta’ luntanu da ogni amarizza terragna

E da ogni vicu ‘i chist’ anima nìvura.

Nisciunu timbiatu e ceramìli ‘ncapu:

Sulu ‘na murra ‘i stelli e soli cucenti

E ‘na luci justa a ogni piscata.

Pi chissu àggiu suppurtatu

‘U lamentu d’ ‘u jumu

Ca m’ ha ‘mparàtu a gghì a mmari:

Nni ìja apprèssu cu’ ‘u pinzèru,

Come ‘nu cani vati apprèssu ‘u patroni;

Mmi cunzulavi lla carizza ‘i l’unna

E ‘a canzone antica d’ ‘a gafia.

Volevo essere un marinaio

per vagabondare su tutti i mari,

per sfuggire ogni amarezza terrena

e ogni vicolo di questa anima nera.;

Nessun solaio e tegole in testa:

solo un gregge di stelle e sole cocente

e la giusta luce per ogni pescata.

Per questo ho sopportato

il lamento del fiume

che mi ha insegnato ad andare a mare:

gli andavo dietro col pensiero,

come un cane va appresso al padrone;

mi consolava la carezza dell’onda

e l’antico canto del gabbiano.

 
No votes yet.
Please wait...

4 Responses to Fissinella

  1. Biagio Calderano ha detto:

    Bellissima la Poesia di Fissinella! Mi ha emozionato e commosso! Bravo.

    No votes yet.
    Please wait...
    • Francesco Chiappetta ha detto:

      Grazie a te e al tuo instancabile e prezioso lavoro. Noi remiamo insieme: stessa direzione, stessa meta.

      No votes yet.
      Please wait...
    • Francesco Chiappetta ha detto:

      Grazie Biagio. Sai benissimo che percorriamo la stessa strada con il medesimo obiettivo: non disperdere l’eredita’ che ci hanno lasciato i nostri avi affinché Maratea possa restare la magnificenza che è. Ciao

      No votes yet.
      Please wait...
  2. Francesco Chiappetta ha detto:

    Grazie Biagio. L’importante è muovere “gli animi” così come fai tu con le bellissime foto.

    No votes yet.
    Please wait...

Rispondi a Biagio Calderano Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.