Pesce volpe

Il corpo è tozzo e siluriforme, con testa tozza e larga dal profilo dorsale convesso e munita di muso conico. Gli occhi sono di medie dimensioni col diametro verticale più lungo di quello orizzontale e le pupille sono vertical, mentre la bocca è relativamente piccola e munita di una piccola scanalatura a ciascun lato. Si nutre di prede vive e particolarmente di sarde, alici, sgombri, palamite e specie consimili. Quando arriva in prossimità di un branco di questi pesci, ha l’abitudine di circuirli dando colpi di coda per farli radunare. Molti considerano la sua carne come la migliore fra gli squali.  Inconfondibile per lo sviluppo della sua coda, lunga oltre la metà della lunghezza totale massima.

La scheda tecnica

Nome latino:
Alopias vulpinus
Nome portaiolo:
pisci bandiera
Famiglia:
Vistimi
Lunghezza media:
350 cm.
Lunghezza massima:
700 cm.
Peso medio:
250000 gr.
Peso massimo:
500000 gr.
Dove si pesca:
Molto diffuso nei mari tropicali, lo squalo volpe nuota spesso in superficie in aree costiere, ma è presente anche alla profondità di 350 m.
Come si pesca:
Si cattura occasionalmente con reti da posta alla deriva destinate alla pesca di sgomberoidi, con coffe a galla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *