Cefalo

Dal lat. tardo “cèphalum”, gr. “képhalos” deriv. di “képhalē”, testa. Ha testa tozza e massiccia.  Isidoro da Siviglia fa derivare il termine muggine dal lat. “mugilis” ossia multum agilis in virtù delle doti del pesce capace di un nuoto rapido e di saltare due o tre metri fuori dell’acqua per evitare le reti o gli inseguitori.  Si nutre di ogni tipo di invertebrato bentonico ed anche di materiale organico in decomposizione. Si alimenta sul fondo anche se è comune incontrarlo in superficie.

La scheda tecnica

Nome latino:
Mugil cephalus
Nome portaiolo:
cefulu
Famiglia:
Di scoglio
Lunghezza media:
15 cm.
Lunghezza massima:
80 cm.
Peso medio:
200 gr.
Peso massimo:
4500 gr.
Dove si pesca:
Vive in vicinanza della costa con fondo roccioso e scoglioso, ma frequenta anche fondi sabbiosi e fangosi, vicino a corsi di acqua dolce.
Come si pesca:
Viene catturato con le lenze a più ami, con le reti da lancio (rezzaglio), con i tramagli e con gli sciabichelli e altre reti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *